Questioni aperte sulla moderazione di contenuti nell’era post-DSA

Il DSA prevede che i fornitori di servizi digitali informino gli utenti sui propri meccanismi di moderazione dei contenuti, in modo che gli utenti possano comprendere come vengono gestiti i contenuti illegali. Ma sulla moderazione ci sono ancora questioni aperte. Ecco quali punti affronta nel suo intervento Jacopo Franchi, autore del libro "Gli obsoleti. Il lavoro impossibile dei moderatori di contenuti":

- Invisibili, lontani, anonimi: i moderatori di contenuti e la trasparenza del processo di revisione
- Illimitate, gratuite, inavvertite: le segnalazioni degli utenti e il venir meno del contributo gratuito
- Incerti, spiati, discriminati: i diritti delle vittime di un processo di moderazione
- Incompleti, scarni, contradditori: che cosa raccontano i primi report ufficiali delle piattaforme

Questioni aperte sulla moderazione di contenuti nell’era post-DSA

Contenuto esclusivo, registrati per visualizzarlo

GUARDA ANCHE

PRIVACY WEEK S.R.L.
VIA MAURO MACCHI N. 26, 20124 MILANO (MI)
P.IVA 11941860964

Resta in contatto

Bisogno d'aiuto?

Se hai riscontrato un problema, puoi farcelo sapere qui.

Vuoi saperne di più?

Per info e comunicazioni clicca qui.

Rimani aggiornat*
su Privacy Week 2023

Benvenuto!

Inserisci la tua mail per registrarti.



Aggiungi qui il testo dell'intestazione