Data Breach: negare sempre, negare tutto (o no?)

È uno dei momenti più spinosi. Quando si scopre un data breach tutto diventa urgente ma se certe operazioni tecniche partono in automatico, il “dirlo o non dirlo” resta un dilemma. Tra obblighi di legge, perdita di fatturato e di reputazione come si gestisce questo momento della crisi? Comunicare si, no, come e a chi. E un grande interrogativo: negare è sempre l’opzione migliore?

Data Breach: negare sempre, negare tutto (o no?)

Contenuto esclusivo, registrati per visualizzarlo

GUARDA ANCHE

PRIVACY WEEK S.R.L.
VIA MAURO MACCHI N. 26, 20124 MILANO (MI)
P.IVA 11941860964

Resta in contatto

Bisogno d'aiuto?

Se hai riscontrato un problema, puoi farcelo sapere qui.

Vuoi saperne di più?

Per info e comunicazioni clicca qui.

Rimani aggiornat*
su Privacy Week 2023

Benvenuto!

Inserisci la tua mail per registrarti.



Aggiungi qui il testo dell'intestazione