Caricamento Eventi
In presenza
In streaming
Question Time

Diritti digitali, self-regulation e moderazione di contenuti online:
Q&A con l’Oversight Board di Facebook e Instagram

Oversight Board è un organismo indipendente composto da esperti di diritti umani provenienti da tutto il mondo, istituito per offrire agli utenti di Facebook e Instagram l’opportunità di appellarsi alle decisioni di moderazione dei contenuti che, fino ad oggi, sono state prese solo da Meta.

Formato da 23 membri, tra cui Helle Thorning-Schmidt, ex primo ministro danese, Tawakkol Karman, premio Nobel per la pace e Alan Rusbridger, l’editor del The Guardian che ha supervisionato la pubblicazione dei leak di Snowden, il Board ha pubblicato 26 decisioni e oltre 100 policy recommendations su questioni che vanno dall’incitamento all’odio online alla tutela della privacy e disinformazione relativa al COVID-19.

Questa sessione approfondirà i meccanismi di lavoro di Oversight Board e come gli sforzi della società civile a livello locale, regionale e internazionale possono essere integrati con gli sforzi del Board per garantire che Meta rispetti gli standard internazionali sui diritti umani e operi in maniera più trasparente.

Quando

Ven 30 Set ore 15:30 - 17:30

Dove

In presenza presso l’esclusiva location di Cariplo Factory
Via Bergognone, 34 - Milano

Speakers info

Francesca Scapolo

Si occupa di comunicazione, tecnologia e società. Lavora come Content and Editorial Officer presso Oversight Board, un organismo di supervisione indipendente che decide sui ricorsi degli utenti di Facebook e Instagram, tutelando libertà di espressione e diritti umani. Ha lavorato alla Commissione Europea nella Direzione Generale di Comunicazione in ambito community management, moderazione di contenuti online e disinformazione, e in diverse startup etiche e organizzazioni non-profit a Londra. È laureata in Studi Internazionali presso l’Università di Trento, e ha conseguito un MSc in Violence, Conflict and Development alla School of Oriental and African Studies (SOAS) di Londra e un MA in Big Data in Culture and Society al King’s College London.

Alessandro Gandini

Professore associato di sociologia dei processi culturali all’Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche. È coordinatore scientifico del progetto Algocount e principal investigator del progetto Craftwork, finanziato da ERC Starting Grant. Ha scritto L’età della nostalgia (Treccani Libri, 2021) e pubblicato numerosi saggi su riviste internazionali e nazionali, sui temi delle culture digitali e delle nuove forme di lavoro nella società digitale. Online è @afrontiercity.