Umana, troppo umana: l’intelligenza artificiale generativa nei processi decisionali

Dai recenti sviluppi dell’intelligenza artificiale generativa, in particolare dei Large Language Models (LLMs)emergono nuove opportunità per l’automazione cognitiva, ma anche criticità derivanti da un potenziale eccessivo affidamento dell’utente nel suggerimento algoritmico. Ciò richiede un’attenta valutazione tanto dei profili tecnologici (e.g. human-in-the-loop), quanto di quelli giuridici previsti nell’AI Act (e.g. human oversight), sottolineando infine la necessità di includere gli aspetti sociotecnici (c.d. human factors) nell’interazione uomo-macchina per i processi decisionali.

Umana, troppo umana: l’intelligenza artificiale generativa nei processi decisionali

Contenuto esclusivo, registrati per visualizzarlo

GUARDA ANCHE

PRIVACY WEEK S.R.L.
VIA MAURO MACCHI N. 26, 20124 MILANO (MI)
P.IVA 11941860964

Resta in contatto

Bisogno d'aiuto?

Se hai riscontrato un problema, puoi farcelo sapere qui.

Vuoi saperne di più?

Per info e comunicazioni clicca qui.

Rimani aggiornat*
su Privacy Week 2023

Benvenuto!

Inserisci la tua mail per registrarti.



Aggiungi qui il testo dell'intestazione